Contenuto principale

Messaggio di avviso

La classe quarta sezione E dell’ ITI: E. Barsanti” di Pomigliano D’Arco ha partecipato al progetto didattico gratuito Natural..mente Scuola StartUP School Lab Edition 2016-2017, sviluppando la propria creatività attraverso la presentazione di un’ idea di Startup.
TITOLO DELL’IDEA IMPRENDITORIALE
RIDUZIONE DEI CONSUMI E DELLE EMISSIONI INQUINANTI NEGLI AEROPORTI ATTRAVERSO LA MOVIMENTAZIONE ELETTRICA A TERRA DEI VELIVOLI
I.T.I.S." E. Barsanti" – classe IV^ E
Docente referente: Boccone Annunziata
Tutor dell’Università della Campania “Luigi Vanvitelli” : Mario Ossorio


Naturalmente scuola è un progetto rivolto agli studenti delle scuole secondarie di secondo grado della regione Puglia e Campania ed ha lo scopo di sensibilizzare e avvicinare le giovani generazioni ai temi della sostenibilità ambientale e dell’innovazione tecnologica, in ottica di creazione di un business. Uno degli obiettivi importanti è di stimolare una capacità imprenditoriale prendendo spunto da concetti tecnologici sostenibili dal punto di vista energetico ed ambientale. I ragazzi che parteciperanno al concorso, sono chiamati a presentare un progetto di start-up con associato il business plan basato su un’idea di impresa sostenibile, coniugando economia, finanza, tecnologia e ambiente. Una giuria composta da professionisti, sarà chiamata a decretare le due idee più innovative, creative e sostenibili, ottenendo un premio che consiste in una borsa di studio da spendere in attività di Alternanza Scuola/Lavoro. Gli studenti avranno l’opportunità di mettersi a confronto con professionisti e persone competenti che accompagneranno i ragazzi in questo percorso che come obiettivo ha la crescita scolastica e personale degli alunni che parteciperanno. Il concorso ha lo scopo di coinvolgere gli studenti e di fornire metodologie di lavoro, dando loro l’opportunità di mettere in pratica gli insegnamenti appresi e di sviluppare pienamente la fattibilità tecnico-economica dell’idea innovativa di base.

La nostra classe ha ottenuto un importante risultato, classificandosi al primo posto della graduatoria con il punteggio di 7.13. Il progetto presentato ha riguardato la riduzione dei consumi e delle emissioni degli aerei durante le fasi di movimento a terra.
Il progetto ha ottenuto una ottima accoglienza perché ritenuto coerente con l’epoca che stiamo vivendo di incertezza e di cambiamenti veloci, e la società deve rispondere in modo adeguato alle rivoluzioni tecnologiche e alla globalizzazione.

Uno degli elementi caratterizzanti la nostra epoca è la mobilità di persone e cose, che è in contrasto con la sensazione sempre più chiara che le risorse del nostro pianeta non saranno sempre sufficienti a sostenere tali ritmi di crescita. Occorre guardare con attenzione sempre maggiore fin nei minimi particolari al recupero dell’energia, evitare dispersioni e sprechi, creare la cultura dell’efficienza energetica.
Infatti sono proprie queste considerazioni che hanno stimolato il nostro gruppo di studenti a sviluppare un progetto coerente con questo tipo di bisogni, immaginando un prodotto ad alta tecnologia che risponde alle diverse esigenze di mobilità, sicurezza, ma nel contempo è energeticamente positivo e può rappresentare anche una opportunità di crescita economica e personale. Fondamentale e inoltre l’opportunità di diventare imprenditori attraverso la creazione di una start-up industriale per la produzione del sistema. Il prodotto è in effetti un sistema di rullaggio elettrico per aerei di piccole dimensioni avvalendosi delle nuove tecnologie oggi disponibili e del know-how appreso negli anni di studio. L’idea imprenditoriale presentata rappresenta una opportunità di vantaggi globali perché, in accordo alle premesse, associa agli enormi benefici di riduzione di impatto ambientale a terra nelle zone sempre più caotiche e diffuse intorno agli aeroporti, anche benefici di natura economica per le aziende che operano nel settore del trasporto aereo consentendo di risparmiare fino al 5% di combustibile, oltre all’aumento di vita dei motori. Inoltre si rafforzerebbe la tendenza sempre più forte in aeronautica di avere aerei sempre più elettrici e quindi sempre meno inquinanti, come ad esempio il B787, ed inoltre è coerente con l’altra tendenza che vede il settore dei motori elettrici è in forte crescita economica e tecnologica.

 

IMG_20170407_122345.jpgIMG_20170407_122408.jpgIMG_20170407_122700.jpg